Author: pierluigimastroserio

Rivitalizzare non è cancellare, bensì valorizzare – Lettera del vescovo Luigi Renna alla comunità ecclesiale di Cerignola

Carissimi fedeli,

da quando sono tra voi, ho potuto constatare quale grande devozione nutre il popolo cerignolano per la Madre di Dio, qui venerata con il titolo di Madonna di Ripalta. Mi sono unito a voi, pellegrino fra i pellegrini, nel cammino che ogni anno muove dal Santuario Diocesano per accompagnare la “Mamma nostra” in città.

Ho visto crescere la partecipazione dei pellegrini, ma – nel contempo – ho notato che il secondo lunedì di ottobre, quando la Sacra Icona torna al Santuario, il numero dei fedeli diventa più esiguo e, arrivati al Piano delle Fosse, poche decine di devoti accompagnano la Madonna. Scarsa devozione o – forse – mutate condizioni di lavoro, che non consentono a tutti di accompagnare la nostra Mamma in modo dignitoso al Suo Santuario?

È per questo motivo che, quest’anno, per il vivo desiderio di avervi numerosi nel pellegrinaggio da Cerignola al sito di Ripalta, proveremo ad anticipare la processione la domenica mattina. Sarà bello dedicare una giornata a questa festa di fede e di devozione, dalle prime ore della mattina alle ore 13, così come facevano i nostri antenati, che non si accontentavano di dare un saluto fugace alla Madre di Gesù e Madre nostra, ma andavano pellegrini fino al Santuario. Alle ore 10,30 inoltre, per i ragazzi delle comunità parrocchiali e per i loro genitori, ci saranno degli autobus messi gentilmente a disposizione dal Comune di Cerignola, per compiere insieme l’ultimo tratto e celebrare l’Eucaristia in forma veramente corale.

Rivitalizziamo la nostra devozione a Maria. Io sarò con voi e in mezzo a voi, accanto alla Madonna di Ripalta.

Vi aspetto tutti e vi benedico.

Cerignola, 25 settembre 2019.

  † Luigi Renna

Vescovo di Cerignola-Ascoli Satriano

Convegno Ecclesiale Diocesano – Il seminatore e il buon terreno. Diventare cristiani nel nostro tempo

Come ormai avviene da tempo, anche quest’anno, l’avvio delle diverse attività pastorali nella diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano sarà caratterizzato dai lavori del Convegno Ecclesiale Diocesano che, dal 24 al 26 settembre prossimi, monopolizzerà nella chiesa dello Spirito Santo a Cerignola, dalle ore 19 alle ore 21, l’attenzione del clero e degli operatori, dei religiosi e delle religiose, dei catechisti e dei fedeli, nonché dei membri dell’associazionismo.

A legare gli approfondimenti della tre giorni sarà il tema della più recente lettera pastorale del Vescovo – Il seminatore e il buon terreno. Diventare cristiani nel nostro tempo – analizzato nei suoi articolati e molteplici indirizzi da Sua Ecc. Mons. Luigi Renna (24 settembre); dalla prof.ssa Gaia De Vecchi, docente di Teologia nell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e già docente dell’Istituto Teologico “Regina Apuliae” della Facoltà Teologica Pugliese a Molfetta (25 settembre); dai Gruppi di discernimento che, composti dalle diverse espressioni della Chiesa locale, approfondiranno le riflessioni suggerite dai relatori (26 settembre).

Anche quest’anno, quindi, e sulla scia del precedente magistero episcopale del vescovo Renna – Ascoltare. Il primo gesto di una Chiesa “in uscita” (2016); Ascolta – Fermati – Incontra. Luoghi da cui ripartire per una nuova vita (2017); Una bellezza da riscoprire e da vivere: il “sogno di Dio” sulla famiglia (2017); Chiesa e famiglia. Grembi che generano presenze che accompagnano (2018) – il  Convegno Ecclesiale costituirà un importante appuntamento per illustrare e definire le piste che animeranno, nei prossimi mesi, le attività organizzate dagli Uffici Pastorali Diocesani, dalle parrocchie, dai gruppi e dalle associazioni, all’interno di una specifica prospettiva.

Si legge, infatti, tra le pagine del magistero più recente del vescovo Renna: «Una Lettera Pastorale nuova non cancella quella precedente, ma continua sullo stesso percorso, che è quello del triplice ascolto (ascoltare Dio, gli altri, i segni dei tempi), dell’attenzione alle famiglie, anche a quelle che sono ferite e vivono situazioni di irregolarità. […] Affido al Signore Gesù ciascuno di voi e ogni comunità parrocchiale, terreni su cui scende con abbondanza il seme della Parola; prego perché nonostante la terra battuta, i sassi, i rovi, il campo della nostra Diocesi fruttifichi, a gloria di Dio e per la salvezza degli uomini».

AL VIA IL BANDO DEL SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE

Il 04 settembre 2019 il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile universale ha emanato un Bando nazionale volontari per la selezione di giovani da impiegare in progetti di servizio civile.

Per la Caritas diocesana di Cerignola-Ascoli Satriano è possibile presentare domanda per il progetto denominato “Generatori di pace-Cerignola”, per un totale di 12 posti, 3 per ogni ognuna delle seguenti parrocchie:

San Francesco d’Assisi, San Domenico e San Trifone Martire per la città di Cerignola, SS. Crocifisso in Orta Nova.

Si può presentare una sola domanda per una sola sede.

 Per l’ammissione alla selezione è richiesto ai giovani il possesso dei seguenti requisiti:

  1. aver compiuto il diciottesimo anno di età e non aver superato il ventottesimo anno di età (28 anni e 364 giorni) alla data di presentazione della domanda;
  2. cittadinanza italiana, ovvero di uno degli altri Stati membri dell’Unione Europea, ovvero di un Paese extra Unione Europea purché il candidato sia regolarmente soggiornante in Italia;
  3. non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.

Possono presentare domanda coloro che si trovano in una delle seguenti condizioni:

  • Cittadino dell’Unione europea;
  • Familiare di cittadini dell’Unione europea non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente;
  • Titolare del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo;
  • Titolare di permesso di soggiorno per asilo;
  • Titolare di permesso di soggiorno per protezione sussidiaria.

Il servizio civile presso la Caritas diocesana di Castellaneta ha durata di 12 mesi con 25 ore e 6 giorni di impegno settimanali. Ciascun operatore volontario selezionato sarà chiamato a sottoscrivere con il Dipartimento un contratto che fissa l’importo dell’assegno mensile per lo svolgimento del servizio in € 439,50.

La domanda di partecipazione alle selezioni deve essere presentata esclusivamente nella modalità on line (attraverso la piattaforma DOL sotto descritta) entro e non oltre le ore 14:00 di giovedì 10 ottobre 2019. Oltre tale termine il sistema non consentirà la presentazione delle domande. Le domande trasmesse con modalità diverse non saranno prese in considerazione.

Per poter accedere alla piattaforma DOL, raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it, per la compilazione della domanda di partecipazione al Bando, i cittadini italiani residenti in Italia o all’estero e i cittadini di Paesi extra Unione Europea regolarmente soggiornanti in Italia devono dotarsi dello SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) di livello 2. Sul sito dell’Agenzia per l’Italia Digitale www.agid.gov.it/it/piattaforme/spid sono disponibili tutte le informazioni su cosa è lo SPID, quali servizi offre e come si richiede.

Invece, i cittadini appartenenti ad un Paese dell’Unione Europea diverso dall’Italia o a Svizzera, Islanda, Norvegia e Liechtenstein, che ancora non possono disporre dello SPID, e i cittadini di Paesi extra Unione Europea in attesa di rilascio di permesso di soggiorno, possono accedere ai servizi della piattaforma DOL previa richiesta di apposite credenziali al Dipartimento, secondo una procedura disponibile sulla home page della piattaforma stessa.

Ogni informazione può essere richiesta presso la casa della carità sita in piano san Rocco (accanto alla chiesa di san Domenico)  a Cerignola – dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle 11.30,  oppure nelle parrocchie sedi di progetto dal lunedì al venerdì dalle 17,00 alle 20,00.

Giovedì 19 settembre, alle ore 17,00, presso il salone del seminario vescovile in via Plebiscito, 18 a Cerignola, si terrà un incontro di presentazione del progetto e di orientamento al bando.

Per ulteriori informazioni è possibile:

– consultare il sito della diocesi: www.cerignola.chiesacattolica.it

– consultare i siti istituzionali: www.caritas.it – www.scelgoilserviziocivile.gov.it

– contattare il responsabile diocesano, Giuseppe Russo, al seguente numero:

328.66.16.821.

 

SCUOLA SOCIO POLITICA “GIORGIO LA PIRA” – CANTIERI DI DEMOCRAZIA – II ANNO

Conferenza pubblica di presentazione della Scuola di formazione Socio – Politica. Giovedi, 5 Ottobre 2019 ore 19.30 – Salone Giovanni Paolo II (Curia Vescovile – Cerignola)

“LE SFIDE DEL MONDO ODIERNO ALLA COMUNITA’ CRISTIANA”

introduce: Avv. Gaetano Panunzio

Direttore ufficio diocesano PSL e segretario suola di formazione “Giorgio La Pira”

Intervengono: S.E. Mons. Luigi Renna – vescovo delle Diocesi di Cerignola – Ascoli Satriano

S.E. Mons. Ciro fanelli – Vescovo della Diocesi di Melfi – Rapolla – Venosa