OESSG

L’ORDINE EQUESTRE DEL SANTO SEPOLCRO DI GERUSALEMME

NELLA DIOCESI DI CERIGNOLA-ASCOLI SATRIANO

L’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, di antica origine, riordinato ed arricchito di privilegi dai Sommi Pontefici per vincoli storici, giuridici e spirituali è sotto la benigna protezione della Santa Sede.

L’Ordine è persona giuridica di Diritto Canonico, come dalle Lettere Apostoliche di Sua Santità Pio XII del 14 settembre 1949 e di Sua Santità Giovanni XXIII dell’8 dicembre 1962, nonché persona giuridica vaticana, come dal Rescritto di Sua Santità Giovanni Paolo II dell’1 febbraio 1996.(Art. 1 Statuto).

L’Ordine ha per scopo:

  • di rafforzare nei suoi membri la pratica della vita cristiana, in assoluta fedeltà al Sommo Pontefice e secondo gli insegnamenti della Chiesa, osservando come base i principi della carità dei quali l’Ordine è un mezzo fondamentale per gli aiuti alla Terra Santa;
  • di sostenere ed aiutare le opere e le istituzioni cultuali, caritative, culturali e sociali della Chiesa Cattolica in Terra Santa, particolarmente quelle del e nel Patriarcato Latino di Gerusalemme, con il quale l’Ordine mantiene legami tradizionali;
  • di zelare la conservazione e la propagazione della fede in quelle terre, interessandovi i cattolici sparsi in tutto il mondo, uniti nella carità dal simbolo dell’Ordine, nonché tutti i fratelli cristiani;
  • di sostenere i diritti della Chiesa Cattolica in Terra Santa.(Art. 2 Statuto).

L’Ordine per la sua natura e per le sue finalità strettamente religiose e caritative è es

traneo a qualsiasi movimento o manifestazione di carattere politico. I membri dell’Ordine non possono prendere parte ad attività di enti, organizzazioni ed associazioni, il cui carattere, scopi e programmi siano in contrasto con la dottrina e gli insegnamenti della Chiesa Cattolica, o appartenere a pretesi Ordini ed Istituzioni di asserito carattere cavalleresco, non riconosciuti dalla Santa Sede o non conc

essi da Stati Sovrani.(Statuto Art.3).

L’Ordine è retto e governato dal Gran Maestro, il Signor Cardinale Edwin Frederick O’Brien, di nomina pontificia, che viene coadiuvato nell’esercizio delle Sue funzioni dal Gran Magistero, costituito da personalità di varie nazioni, presieduto dal Luogotenente Generale Cavaliere di Collare Prof. Conte Agostino Borromeo e gestito dal Governatore Generale Cavaliere di Collare Ambasciatore Leonardo Visconti di Modrone.

Il titolo di Gran Priore dell’Ordine spetta al Patriarca Latino di Gerusalemme.

Attualmente il Patriarcato è governato da un Amministratore Apostolico, l’Arcivescovo Mons. Pierbattista Pizzaballa con il titolo di Pro Gran Priore dell’Ordine.

La vita dell’Ordine si articola nelle singole Nazioni mediante organizzazioni locali, denominate Luogotenenze o Delegazioni Magistrali, dalle quali dipendono le Sezioni e le Delegazioni Locali.

Gran Priore della Luogotenenza per l’Italia Meridionale Adriatica è Sua Ecc. Rev.ma Gr. Uff. Mons. Francesco Cacucci, Arcivescovo Metropolita di Bari-Bitonto; Luogotenente è  il Gr. Uff. Prof. Notaio Ferdinando Parente.

Priore della Sezione di Foggia, della quale fa parte la Delegazione di Cerignola-Ascoli Satriano, è Sua Ecc. Rev.ma Gr. Uff. Mons. Vincenzo Pelvi, Arcivescovo Metropolita di Foggia-Bovino; Preside è il Gr. Uff. Avv. Francesco Saverio Lozupone.

Priore della Delegazione di Cerignola-Ascoli Satriano è Sua Ecc. Rev.ma  Gr. Uff. Mons. Luigi Renna; Delegato il Gr. Uff. Dir. Salvatore Paolicelli.

L’Ordine nella Diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano fu voluto dall’allora Vescovo di Cerignola-Ascoli Satriano, S.E. Rev.ma Mons. Giovan Battista Pichierri.

Il Gran Maestro, Sua Em.za Rev.ma il Signor Cardinale Carlo Furno, accogliendo l’istanza di Mons. Pichierri, in data 23 luglio 1996, emise il Decreto di istituzione della Delegazione di Cerignola-Ascoli Satriano dell’O.E.S.S.G. e nominò Priore della Delegazione con il grado di Gr. Uff. Mons. Giovan Battista Pichierri, Delegato il Conte Stefano Pavoncelli “Gentiluomo di Sua Santità”, con il grado di Cavaliere.

La Delegazione ha sede presso la Chiesa di Santa Maria delle Grazie concessa in uso gratuito dalla Diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano all’O.E.S.S.G.(Convenzione prot. 167/2005 del 19 novembre 2005).

Dalla data della sua istituzione al 31 dicembre 2017, la Delegazione ha contribuito per €. 381.972,00 alla realizzazione degli interventi programmati dal Gran Magistero dell’Ordine per la realizzazione di Chiese, Seminari, Ospedali, Asili, Case di assistenza per minori e anziani e, soprattutto, Scuole di ogni ordine e grado, ivi comprese le Università di Betlemme e Madaba.

Nelle Scuole del Patriarcato i giovani di religione cattolica, musulmana ed ebraica studiano fianco a fianco, crescendo in pacifica convivenza.

È a questa missione di civiltà, di pace e di carità che sono impegnati a partecipare gli appartenenti all’Ordine.

 

 

Luogotenenza dell’Italia meridionale Adriatica

Delegazione di Cerignola-Ascoli Satriano

Organigramma della delegazione

Annali 2017

Annali 2016

Annali 2015