Author: pierluigimastroserio

Concerto di musica sacra

L’associazione musicale “Vincenzo di Savino” in collaborazione con la Parrocchia Sant’Antonio da Padova di Cerignola, ha organizzato per Martedì 9 aprile alle ore 20,30, nella Chiesa Parrocchiale di S. Antonio, un concerto di musica dedicata alla tradizione della settimana Santa di Cerignola. Il titolo è: “Il canto religioso del calvario. La preghiera diventa musica”.  La banda della Città di Cerignola, diretta dal maestro Gianfranco Labroca,  eseguirà le marce funebri della tradizione cerignolana che risultano essere dei veri e propri capolavori musicali e sono patrimonio delle cinque processioni cittadine che iniziano il Venerdì di Passione e si concludono il sabato Santo.  La settimana Santa a Cerignola, occupa una posizione di rilievo nell’ambito delle tradizioni della provincia di Foggia. Tutte le processioni sono accompagnate dalla banda che, per l’occasione,  eseguirà un repertorio composto da alcune struggenti marce, inni e canti appartenenti al patrimonio della Chiesa di Cerignola. Saranno proprio i canti tradizionali ad essere eseguiti dal coro parrocchiale della Parrocchia S. Antonio di Cerignola, diretto da Antonio Talia.

La Giornata Diocesana della Gioventù

Appuntamento nella chiesa parrocchiale di Santa Barbara, sabato prossimo, 13 aprile 2019, per la celebrazione della Giornata Diocesana della Gioventù che convoglierà a Cerignola i giovani provenienti dagli altri otto paesi compresi nel territorio diocesano.

L’importante iniziativa, organizzata dall’Ufficio Diocesano di Pastorale Giovanile, in collaborazione con la sezione locale dell’Unitalsi, sarà guidata dai contenuti dell’omelia pronunciata da papa Francesco a conclusione della XXXIV Giornata Mondiale della Gioventù, tenutasi a Panama dal 22 al 27 gennaio di quest’anno: Gesù rivela l’adesso di Dio – esordì il Santo Padre in quell’occasione – che ci viene incontro per chiamare anche noi a prendere parte al suo adesso, in cui ‘portare ai poveri il lieto annuncio’, ‘proclamare ai prigionieri la liberazione e ai ciechi la vista’, ‘rimettere in libertà gli oppressi’ e ‘proclamare l’anno di grazia del Signore’ (cfr Lc 4,18-19)”. E continuò: “Voi, cari giovani, non siete il futuro. Ci piace dire: ‘Voi siete il futuro…’. No, siete il presente! Non siete il futuro di Dio: voi giovani siete l’adesso di Dio! Lui vi convoca, vi chiama nelle vostre comunità, vi chiama nelle vostre città ad andare in cerca dei nonni, degli adulti; ad alzarvi in piedi e insieme a loro prendere la parola e realizzare il sogno con cui il Signore vi ha sognato”.

Appuntamento alle ore 16 per le iscrizioni. Seguiranno il saluto, l’accoglienza e il lancio del tema. Momento cruciale dell’incontro sarà la Preghiera della Croce, che anticiperà lo spettacolo messo in scena dai membri dell’Unitalsi. Al termine, prima dei saluti finali, festa insieme.

Memoria Passionis – Presentazione della tela de La Deposizione nella Chiesa Madre di Cerignola

In vista della celebrazione dell’ormai imminente Settimana Santa, all’interno dell’opera di recupero e valorizzazione del patrimonio artistico e storico della Città di Cerignola, giovedì, 11 aprile 2019, con inizio alle ore 20, nella chiesa parrocchiale di San Francesco d’Assisi – la Chiesa Madre – si terrà l’incontro di presentazione dell’intervento di recupero e restauro dell’antico dipinto ad olio su tela de La Deposizione, organizzato dal parroco, sac. Giuseppe Gaeta, in collaborazione con l’Ufficio Diocesano per i Beni Culturali, guidato dal sac. Ignazio Pedone. Il manufatto, risalente al XVI secolo, raffigura la deposizione di Gesù accolto tra le braccia di Maria e san Giovanni apostolo. L’intera scena raffigura il Calvario con le tre croci, e su quelle laterali i due malfattori crocifissi.

Ad illustrare i contenuti dell’opera di recupero, il maestro restauratore Cosimo Cilli, responsabile del Laboratorio di Restauro e Conservazione di Opere d’Arte di Barletta; spetterà al prof. Angelo Giuseppe Dibisceglia dell’Università Pontificia Salesiana la ricostruzione del rapporto esistente fra Chiesa e società nella Cirignola del XVI secolo, mentre Sua Ecc. Mons. Luigi Renna, vescovo diocesano, guiderà la lettura del dipinto, accompagnando i presenti Dalla meditazione alle contemplazione.

Al proposito, si legge nella più recente lettera pastorale  – Verso la Pasqua. Da un’esistenza sterile ad una vita feconda – del vescovo Renna: “Sono tutte immagini di una tragedia che sembra essere giunta ‘al capolinea’, lì sul Calvario. Invece, quella scena è solo un passaggio della storia della salvezza: quelle stesse persone, colte dal dolore, saranno ‘feconde’ nel mistero pasquale.  Maria, la madre di Gesù, sarà la madre dei discepoli del Signore; le donne saranno le prime apostole della risurrezione; il centurione il primo a riconoscere che ‘Davvero quest’uomo era Figlio di Dio!’ (Mc 15,39); il ladrone sarà già nel Regno del suo Compagno di supplizio. Quel gruppo di persone, attorno alla croce, diventa comunità, preludio della comunità pasquale, nella quale il Risorto e lo Spirito Santo, la renderanno feconda”.

Le note e Le Immagini della Devozione

Aprendosi sempre più ai giovani, al futuro, ma soprattutto alla preziosa custodia delle tradizioni, per la memoria
storica e per l’ardente bisogno di dialogo con i fedeli, è proprio l’Arciconfraternita del Purgatorio di Cerignola ad
inserire nuove attività tra le storiche e radicate tradizioni che si tramandano di generazione in generazione, atte a far
apprezzare meglio i luoghi e le testimonianze nella continuità del tempo, per l’evento denominato “le note e le
immagini della devozione”, offrendo così alla comunità cittadina (e non solo), un nutrito programma settimanale ad
ingresso gratuito che ci accompagnerà più intensamente verso il periodo della Passio Christi, da sempre ricca di pathos
e suggestione.
Fitto programma di sicuro rilievo documentale, fortemente voluto da Pio Saporito, priore dell’Archiconfraternitas
Mortis et Orationis di Cerignola, che ha sin da subito ricevuto pieno consenso da parte del Vescovo di Cerignola –
Ascoli Satriano, Mons. Luigi Renna…

L’identità cristiana dell’Europa Nuovo appuntamento organizzato dal MEIC di Cerignola

Continua il ciclo di incontri offerto ai cittadini di Cerignola dai membri del Movimento Ecclesiale d’Impegno Culturale (Meic), in vista dell’ormai imminente appuntamento elettorale per il rinnovo del Parlamento Europeo.

Dopo il partecipato appuntamento con il prof. Sabino Fortunato, docente ordinario di Diritto Commerciale nell’Università “Roma Tre”, tenutosi lo scorso 23 marzo su Quale via economica per l’Europa?, argomento cruciale sul quale si giocheranno le sorti della stessa Unione Europea, il nuovo incontro-dibattito è fissato per martedì, 9 aprile 2019, alle ore 19,30, nel Salone “Giovanni Paolo II” della Curia Vescovile, con il prof. Angelo Giuseppe Dibisceglia, docente di Storia della Chiesa nell’Università Pontificia Salesiana (Roma) e nella Facoltà Teologica Pugliese (Bari), che interverrà sul tema: L’identità cristiana dell’Europa. Esaminato il ruolo dell’economia, la nuova iniziativa del Meic centra la propria attenzione su un altro tema di grande attualità, al fine di proporre riflessioni e suscitare dibattiti – è l’intento degli organizzatori – «per una consapevolezza sempre maggiore del proprio ruolo di elettori».

«Per noi l’Europa – si legge nel messaggio La Puglia “con” e “per” l’Europa in vista delle elezioni 2019, diffuso il 30 marzo u.s. dalla Commissione Regionale per i problemi sociali, il lavoro, la giustizia, la pace e la custodia del creato della Conferenza Episcopale Pugliese – può essere un presidio essenziale di solidarietà, di pace e di progresso e per questo il nostro auspicio è quello di vedere tanti cittadini pronti ad esprimere le loro preferenze verso coloro i quali si impegneranno a far crescere il nostro caro “vecchio continente” tenendo conto di queste priorità».

 

 

Sua Ecc. Mons. Luigi Renna, nuovo Presidente dell’Istituto Pastorale Pugliese

Durante la riunione svoltasi nel Pontificio Seminario Regionale “Pio XI” a Molfetta martedì, 26 marzo 2019, i Vescovi della Conferenza Episcopale Pugliese hanno nominato Sua Ecc. Mons. Luigi Renna, vescovo della diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano, nuovo Presidente dell’Istituto Pastorale Pugliese (Ipp).

L’Istituto è stato eretto dalla Conferenza Episcopale Pugliese il 17 novembre 1966, alla luce del decreto Christus Dominus e del motu proprio Ecclesiae Sanctae di papa Paolo VI. È un organi­smo che esprime la comu­nione delle Chiese di Puglia, ponendosi al loro servizio allo scopo di alimen­tare la comunicazione fra le Diocesi, e fra queste e la so­cietà civile; approfondisce la realtà socio-religiosa regionale, con particolare attenzione alle esigenze delle comunità e dell’opinione pubblica; favorisce itinerari di formazione condivisa fra pre­sbiteri, religiosi e laici, anche in collaborazione con la Fa­coltà Teologica Pugliese e il Seminario Regionale di Molfetta; promuove iniziative di dialogo tra le Chiese di Puglia e le espressioni culturali pre­senti sul territorio.

In pari data, i Vescovi hanno nominato don Alessandro Mayer (Oria), delegato regionale delle Caritas di Puglia; mons. Paolo Oliva (Taranto), assistente regionale della Confederazione delle Confraternite delle Diocesi d’Italia; don Nunzio Falcicchio (Altamura – Gravina – Acquaviva delle Fonti), assistente ecclesiastico regionale del CSI (Centro Sportivo Italiano).

Al vescovo Renna e ai neoeletti gli auguri di una proficua attività a servizio delle Chiese di Puglia.