Comunicazioni Sociali

Comunicato stampa – Dialogo tra due compagni di liceo: Francesco Giorgino e il vescovo Luigi Renna

Nell’ambito delle Prospettive culturali – Maggio dei Libri 2017, organizzate dall’Assessorato alla Cultura e Pubblica Istruzione del Comune di Cerignola, in collaborazione con Imago Soc. Cooperativa e Informa Scarl, importante appuntamento, domenica, 11 giugno 2017, a partire dalle ore 18, nella Sala Convegni di Torre Alemanna, in località Borgo Libertà (Cerignola).

Per l’Incontro con gli autori, presentazione del volume Giornalismi e società (Mondadori, 2017) di Francesco Giorgino: «Nell’era della globalizzazione, della complessità più che della complicazione, dell’individualismo e della personal communication – si legge a proposito del libro – riflettere sulla funzione sociale dell’informazione significa soprattutto considerare le conseguenze dell’interconnessione fra politica, economia, finanza e cultura, qui intesa come universo di conoscenze conoscibili».

Dopo l’introduzione dell’avv. Franco Metta, sindaco di Cerignola, e l’intervento della prof.ssa Liana Petruzzelli, assessore alla cultura e alla pubblica istruzione, il dialogo su Informazione, politica, economia e cultura – sottotitolo del volume – coinvolgerà «due vecchi compagni di liceo: Francesco Giorgino, giornalista Rai, e Mons. Luigi Renna, Vescovo della Diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano».

Siamo tutti invitati a partecipare.

CS – Quando l’ascolto diventa speranza di pace. Sua Ecc. Joseph Tobji, arcivescovo maronita di Aleppo, a Orta Nova

Anche quest’anno, la festa patronale di Orta Nova, dedicata a Sant’Antonio da Padova, è caratterizzata da importanti testimonianze di fede. Domenica, 4 giugno 2017, con inizio alle ore 20,30, la parrocchia della Beata Vergine Maria Addolorata, guidata dal parroco, mons. Giacomo Cirulli, ospiterà Sua Ecc. Joseph Tobji, nominato arcivescovo maronita di Aleppo da papa Francesco alla fine del 2015. Con lui, Sua Ecc. Mons. Luigi Renna, vescovo della Diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano.

«Ho letto molte sue interviste» – dichiara don Giacomo – «e l’incontro del 4 giugno costituisce un appuntamento atteso dall’intera comunità, per ascoltare dalla voce del presule le barbarie compiute contro i cristiani in quella martoriata zona del mondo». L’arcivescovo siriano, infatti, vive in prima persona una guerra civile che, dal 2012, ha portato alla divisione della città di Aleppo e alla conseguente distruzione, teatro della «terza guerra mondiale», come l’ha definita papa Francesco.

Joseph Tobji, nato nel 1971, sarà impegnato a Orta Nova in un pubblico dibattito per rispondere alle domande e ai dubbi di chi vorrà approfondire le proprie conoscenze sull’attuale scenario siriano.