Comunicazioni Sociali

III Giornata Mondiale dei Poveri

Si celebrerà domenica 17 novembre 2019 (XXXIII del Tempo Ordinario) la terza Giornata mondiale dei Poveri, che Papa Francesco ha dedicato al tema “La speranza dei poveri non sarà mai delusa”.

«Il santo Padre – spiega don Pasquale Cotugno, Direttore della Caritas Diocesana -, partendo dal Salmo 9, fa sempre più prendere consapevolezza a ogni credente di come l’impegno e la testimonianza della carità sono il segno concreto della realizzazione della speranza cristiana».

Il Messaggio parte dalla descrizione delle nuove forme di povertà e schiavitù che ogni giorno sono sotto i nostri occhi, per poi indicare come l’azione concreta, a livello personale o comunitario, possa essere strumento di speranza.

“Si possono costruire tanti muri e sbarrare ingressi per illudersi di sentirsi sicuri – continua il Papa – ma non sarà così per sempre. Il “giorno del Signore”, come descritto dai profeti,  distruggerà le barriere create tra i paesi  e sostituirà l’arroganza di pochi con la solidarietà di tanti”.

Dinanzi all’innumerevole schiera dei poveri, Gesù non ha avuto paura di identificarsi con ciascuno di loro, sfuggire da questo – afferma il Santo Padre – equivale a mistificare il vangelo e annacquare la rivelazione.

Quest’anno la Caritas Diocesana insieme all’ufficio di Pastorale Sociale e del Lavoro, ufficio Migrantes, ufficio Missionario e Ufficio di Pastorale della salute ha distribuito a ogni Caritas parrocchiale, unitamente al messaggio del Papa, la “Carta della Speranza”. Uno strumento utile a ogni centro d’ascolto per elaborare una rete di prossimità intorno alle varie situazioni di povertà e rappresenta una risposta immediata e concreta che i volontari Caritas possono dare alle tante persone che si rivolgono alle nostre Caritas parrocchiali.

Come Papa Francesco indica nel messaggio, questa giornata non dev’essere l’elaborazione di una singola attività in favore dei poveri, ma deve rappresentare un metodo che la Chiesa deve attuare: testimoniare l’amore verso i poveri nella vita ordinaria. Questo ci permetterà di  essere i “Santi della porta accanto”!

 

Il direttore della Caritas diocesana

          don Pasquale Cotugno

CONVEGNO MIGRANTES – “NON SI TRATTA SOLO DI MIGRANTI: SI TRATTA ANCHE DELLE NOSTRE PAURE”

Appuntamento il 27 settembre alle 17 nel salone Giovanni Paolo II (curia vescovile) per il convegno “Non si tratta solo di migranti: si tratta anche delle nostre paure” a cura della Fondazione Migrantes.
Oggi si parla tanto di migranti, di conflitti che lacerano l’umanità e mettono i più svantaggiati nelle In un mondo in cui bisogna guardare al dolore del tuo fratello e non aggiungere altro, ricostruendo l’armonia che si è spezzata attraverso l’incontro e non lo scontro.
Papa Francesco, attraverso il suo messaggio per la 105° Giornata Mondiale del Migrante, ha voluto sottolineare che i suoi ripetuti appelli a favore dei migranti, dei rifugiati, degli sfollati e delle vittime della tratta devono essere compresi all’interno della sua profonda preoccupazione per tutti gli abitanti delle periferie esistenziali. L’affamato, l’assetato, il forestiero, l’ignudo, il malato e il carcerato che bussa oggi alla nostra porta è Gesù̀ stesso che chiede di essere incontrato e assistito. La Migrantes cura a tale scopo la Giornata Nazionale delle Migrazioni attraverso la cura quattro ambiti: italiani nel mondo, immigrati e profughi, Rom e Sinti, fieranti e circensi. La Migrantes si avvale di tre strumenti di informazione e formazione: il mensile Migranti-pres; il bimestrale Servizio Migranti e un quotidiano online Migrantes sul sito della Fondazione www.migrantes.it.
Al Convegno “Non si tratta solo di Migranti , si tratta anche delle nostre paure”, prenderanno parte i rappresentanti di alcune associazioni di 6 nazioni partecipanti all’incontro del progetto europeo CO-HAPPINESS: Portogallo, Olanda, Finlandia, Romania, Italia, Grecia.
A conclusione del convegno sarà presentato il report di Co-Happiness sulla tutela globale del minore e della persona vulnerabile, in modo particolare della persona immigrata, che fa parte del Programma Erasmus+ Call: 2018 KA2 – Cooperation for Innovation and the Exchange ofGood Practices KA201 – Strategic Partnerships for school education.
Il tema ha preso spunto dalla frase evangelica proposta dal messaggio della Giornata Mondiale del Migrante 2019: «Coraggio, sono io, non abbiate paura!»(Mt 14,27). Un tema proposto e approfondito durante il convegno di Sacrofano (Roma) dal 15 al 17 febbraio. Famiglie, parrocchie, associazioni, realtà diverse che hanno scelto di ospitare e/o integrare i migranti presenti nel Paese si sono incontrate per condividere esperienze e testimonianze,

Il programma del Convegno