Azione Cattolica

L’Azione Cattolica di Puglia esprime vicinanza al Vescovo Luigi Renna

All’indomani dei recenti attacchi mediatici da parte di alcune testate giornalistiche locali, la Delegazione regionale dell’Azione Cattolica di Puglia, congiuntamente ai Presidenti diocesani,  desidera esprimere vicinanza e solidarietà al Vescovo di Cerignola, Mons. Luigi Renna.  Alla vigilia del Natale vogliamo far riecheggiare le parole del Vescovo Luigi nel messaggio
augurale per il Santo Natale rivolto alla sua comunità diocesana: (…) “Annunciare il Vangelo, che ci insegna la via della giustizia e della carità, significa avviare processi di legalità. La piccolezza e  la precarietà del Bambino Gesù sono simili alle povertà di cui ciascuno di noi soffre nel nostro territorio. Le fasce con cui avvolgerle per curarle sono da ‘tessere’ insieme. Invito ancora le famiglie, le scuole, le associazioni di volontariato, i movimenti e i partiti politici ad avviare un
processo di riflessione, che non sia solo denuncia, ma un cantiere di legalità e di cittadinanza. Invito, soprattutto, i fedeli laici delle nostre parrocchie, confraternite e associazioni, ad avere consapevolezza dei mali della città e contezza delle loro risorse. ‘Fasciare le ferite’ INSIEME! È importante che tutti camminiamo nella stessa direzione, che è quella della legalità, via al bene comune”.
Il momento è delicato in tutti i nostri territori pugliesi e muovere critiche pesanti, addirittura  offensive, contro chi da tempo si dà da fare per vincere la rassegnazione, generare segni di speranza nelle nostre città e attivare percorsi e processi di legalità e senso civico, non può che far male alle persone e alle nostre comunità civili.
Oggi, più che mistificare la realtà, tendere a colpire e dividere, c’è bisogno di tenere insieme tutti i soggetti presenti nei territori, per costruire una città a misura d’uomo, incentrata sul bene comune e quindi sul rispetto della legalità. Questo è lo stile che da sempre vuole contraddistinguere l’Azione Cattolica Italiana, così come emerso anche nell’ultimo incontro regionale destinato agli Amministratori locali, e che vorremmo provare a condividere.
Il Natale di Nostro Signore, ormai alle porte, ci illumini e guidi i nostri passi!
La Delegazione regionale

L’Azione Cattolica Diocesana è solidale con il vescovo Luigi Renna

L’Azione Cattolica della diocesi di Cerignola-Ascoli esprime la sua vicinanza e la sua solidarietà al vescovo Luigi Renna, vittima di continui e gratuiti attacchi da parte di alcune testate giornalistiche locali.

L’AC è un’associazione di laici che vivono seguendo l’insegnamento di Cristo, provando a coniugare la fede in Gesù risorto con la vita quotidiana. Laici impegnati a vivere, ciascuno a propria misura e in forma comunitaria, l’esperienza di fede, l’annuncio del Vangelo e la chiamata alla santità. L’AC crede sia doveroso e possibile educarsi reciprocamene alla responsabilità, in un cammino personale e comunitario di formazione umana e cristiana.

Lo scioglimento dell’amministrazione del Comune di Cerignola per infiltrazioni mafiose non ci ha lasciati né indifferenti, né tantomeno impreparati. Tutto questo, ovviamente, è stato fatto non attraverso il clamore mediatico, che non ci appartiene, ma attraverso percorsi di formazione, avviati in “tempi non sospetti”, con l’obiettivo di formare coscienze e risvegliare nei nostri soci un maturo senso civile, che si traduce fattivamente nell’interessamento verso la Politica, che riguarda tutti i cittadini. In questo solco si inserisce anche, in collaborazione con l’Ufficio di Pastorale Sociale e del Lavoro, la Scuola di Formazione Socio-Politica, attualmente alla sua seconda edizione.

Coerentemente a questo percorso, l’AC, nella persona della presidente diocesana, insieme ad altre realtà diocesane, è stata presente all’incontro con il commissario prefettizio dott. Umberto Postiglione.

L’obiettivo associativo è, e rimane, non certamente quello di parteggiare per l’una o l’altra parte, ma formare coscienze che autonomamente si interessino, nelle forme più disparate e consone a ciascuno, della cura del bene comune perché prendendo a prestito le parole di don Tonino Bello, non dobbiamo limitarci a sperare, ma organizzare la speranza.

 

Dott.ssa Maria Rosaria Attini

Presidente Azione Cattolica Diocesana

di Cerignola – Ascoli

Assemblea Unitaria di fine anno

Si svolgerà domenica, 12 maggio 2019, dalle ore 9.00 alle ore 17.30, presso l’ Istituto Figlie di Maria Ausiliatrice in Cerignola, lAssemblea Unitaria di Fine anno dell’Azione Cattolica Diocesana. I soci rifletteranno sul tema: “Dalla parrocchia alla città. Educarsi all’impegno socio – politico” con una relazione del prof. Saverio Di Liso.

150 anni di Azione Cattolica

«Carissimi uomini e donne, ragazzi e giovani di Azione Cattolica, auguri per una “giovinezza” che dura da 150 anni nella nostra Italia e che qui, nella Diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano, ha avuto il suo inizio quando nel 1897 il vescovo Domenico Cocchia gioì perché ad Ascoli Satriano erano stati costituiti il Comitato Diocesano e la Sezione Giovanile dell’Azione Cattolica». Comincia così il messaggio di Sua Ecc. Mons. Luigi Renna, diffuso in occasione del 150° anniversario di fondazione della Azione Cattolica Italiana, rinvenibile sul sito www.cerignola.chiesacattolica.it.

«Popolarità, […] ministerialità laicale, […] attenzione alla formazione» sono i tre principi attraverso i quali il Vescovo della Diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano invita, lasciandosi guidare dalla storia – «Il passato degli uomini e delle donne di Azione Cattolica» – presbiteri e laici a superare «gli ostacoli della rassegnazione e dello scetticismo» per «incarnare – esorta il Vescovo – la verità e la carità, ciò che ci permette di cogliere i segni dei tempi nei quali si manifesta il Regno di Dio».

Sulla scia di tale indirizzo, ai responsabili diocesani dell’Azione Cattolica non è mancata la consapevolezza che la celebrazione di una ricorrenza rappresenta sempre un importante momento di riflessione sul proprio passato, in riferimento al proprio presente, in una tensione verso il futuro. Né è venuta meno la considerazione secondo la quale celebrare il proprio passato significa, per un’associazione come l’Azione Cattolica Italiana, ritornare alle proprie radici per interpretare quel rapporto che ha unito “storia” e “azione”, in una rilettura dei momenti e delle figure che hanno interagito con la Chiesa locale, allo scopo di ritrovare in quella stessa storia nuovo slancio e nuovo entusiasmo.

Per tale ragione, venerdì, 29 giugno 2018, a partire dalle ore 20,30, in piazza Matteotti, con il patrocinio del Comune di Cerignola, la manifestazione intitolata Storia di uomini e donne in terra di azione – 150 anni di Azione Cattolica commemorerà alcune delle figure e dei momenti più significativi che, dalla fine dell’Ottocento ai giorni nostri, hanno segnato e contraddistinto il rapporto tra Chiesa e società in diocesi, per continuare a camminare, come ricorda il vescovo Renna da «pellegrini del tempo e di ogni spazio dove c’è da testimoniare il Signore».

Esercizi spirituali

L’Azione Cattolica diocesana vivrà due giorni di riflessione e preghiera, nella cornice dell’Oasi di Betania. Sarà il tema della Preghiera a guidare i cuori dei soci e per ritrovare il cuore pulsante delle missione. Le riflessioni saranno dettate dall’Assistente Diocesano Mons. Vincenzo D’Ercole.