News

Giornata del malato

La giornata del malato sarà vissuta in preghiera presso la parrocchia San Pietro (Duomo) in Cerignola , sabato 10 febbraio 2018 a partire dalle ore 18.15 con la recita del Santo Rosario. Seguirà la Santa messa, alle ore 19, presieduta dal vescovo Luigi Renna. Al termine della celebrazione eucaristica fiaccolata mariana con tutti gli ammalati presenti.

Buon anniversario…

In occasione del secondo anniversario di Ordinazione episcopale, il vescovo Luigi Renna presiederà la celebrazione eucaristica martedi, 2 gennaio 2018, alle ore 8,30 in Cattedrale e alle ore 18,30 nella Rettoria del Monte Carmelo a Cerignola. Siamo tutti invitati ad unirci nella preghiera per il nostro vescovo.

Ordinazione Episcopale di Mons. Giacomo Cirulli

Ordinazione Episcopale di Mons. Giacomo Cirulli, Giovedì 7 Dicembre 2017, alle ore 17, presso la Basilica Cattedrale (Duomo). Il rito di ordinazione sarà presieduto dai Revv.mi vescovi mons. Luigi Renna, mons. Nunzio Galantino e mons. Felice Di Molfetta. Mercoledi 6 Dicembre 2017, alle ore 20, presso la Parrocchia di San Domenico, si terrà una veglia di preghiera presieduta dal vescovo mons. Luigi Mansi. Mons. Giacomo Cirulli presiederà l’Eucarestia venerdi 8 Dicembre 2017, alle ore 12, presso la Basilica Cattedrale (Duomo) e alle ore 19 presso la Chiesa Madre di Orta Nova.

Ero forestiero e mi avete accolto

Lectio magistralis di S.Ecc. mons. Giacomo Cirulli sul tema “Ero forestiero e mi avete accolto”. L’evento, organizzato dallo Sportello immigrazione “Stefano Fumarulo”, si terrà giovedi, 16 Novembre 2017 alle ore 18 presso la sala conferenze del Polo Museale Civico di Cerignola

Faragola siamo noi

“…L’ augurio alla Sovrintendenza, all’ Università di Foggia, alle competenti autorità che, tutto sia
recuperato, perché Ascoli ha bisogno che Faragola riviva!” (mons.  Luigi Renna nel comunicato stampa del 9 settembre 2017, a seguito del gesto vandalico che ha minacciato gravemente il sito archeologico di “Villa Faragola”).

Sua Ecc. Mons. Luigi Renna nominato membro della Commissione Episcopale per la dottrina della fede, l’annuncio e la catechesi

Nel corso dei lavori tenutisi a Roma dal 25 al 27 settembre 2017, il Consiglio Episcopale Permanente ha nominato membro della Commissione Episcopale per la dottrina della fede, l’annuncio e la catechesi S.E. Mons. Luigi Renna, Vescovo di Cerignola – Ascoli Satriano. Al nostro Vescovo le congratulazioni per il prestigioso incarico e gli auguri di buon lavoro.

Notti sacre..d’Arte 2017

Prosegue la quarta edizione della rassegna “Notti Sacre..d’Arte”.

Sabato 30 settembre alle ore 20.30 la A.p.s “Federico II Eventi” presenta il concerto “Johannes Passion” BWV 245 di J.S. Bach nella Cattedrale di San Pietro Apostolo di Cerignola con il patrocinio della Diocesi di Cerignola – Ascoli Satriano. Grazie alla sensibilità di S.E. Mons. Luigi Renna, Vescovo della Diocesi, la Cattedrale e la città ospiteranno la prima assoluta esecuzione in Puglia della “Passione secondo Giovanni” BWV 245 per soli orchestra e coro eseguita da Ensemble Vocale “Florilegium Vocis”,”Vocalia Consort” di Roma,”Orchestra Barocca S. Teresa dei Maschi”; soprano Maria Luisa Casali, mezzosoprano Tiziana Portoghese; tenore Massimo Lombardi; tenore Danilo Tepsa (Evangelista); baritono Giuseppe Naviglio (Pilato); baritono Angelo De Leonardis (Gesù). Maestro del coro è Sabino Manzo con la direzione d’orchestra del Maestro Marco Berrini.

La Passione secondo Giovanni è stata scritta da un giovane Bach ed è l’unico lavoro che egli rielabora per tutta la sua vita lasciandocene un’ultima versione proprio nel 1749/50, anno della morte, a significare quanto complessa e fondamentale per il pensiero del compositore fosse questa Passione.

Dentro c’è lo sconforto di chi non si rassegna alla crudeltà dell’uomo, una musica che oggi mantiene una forza sacra grazie ad una struttura che contrappone drammaticamente la folla, animata dal desiderio di vendetta, a Gesù che, nella sua serenità costante, esprime il trionfo finale. Contrappeso alla sete di sangue della folla sono le riflessioni del popolo, segno di una spiritualità espressa da architetture che s’innalzano verso l’Assoluto. Le oasi corali suonano come un balsamo per la sofferenza di Cristo, diventano un momento di contemplazione delle cose violente a cui il popolo assiste; pagine che esprimono il senso di comunità che appartiene ad ogni tempo, faro nei momenti difficili. Voce di una collettività che fa sentire la sua compassione a chi sta soffrendo, gente viva che abita il proprio tempo, in carne ed ossa, chiamato a interventi di grande drammaticità nella narrazione evangelica ma capace anche di esprimere gioia e speranza.