News

Solennità di San Pietro Apostolo

Organizzati dalla Parrocchia-Cattedrale “San Pietro Apostolo”, dal Capitolo Cattedrale e dalla Deputazione Feste Patronali, fervono i preparativi per la celebrazione della solennità di San Pietro Apostolo, Patrono della Città di Cerignola. Dopo il triduo di preparazione (26-27 giugno 2018: ore 8,30 – ore 19,30: santa messa; 28 giugno 2018: ore 8,30 – ore 19: santa messa; 28 giugno), nella serata di giovedì, 28 giugno 2018, alle ore 19,45 sarà il vescovo Luigi Renna a presiedere, con i membri del Capitolo Cattedrale, i Primi Vespri della solennità. Venerdì, 29 giugno 2018, al mattino santa messa alle ore 8,30, e in serata, alle ore 19, Pontificale presieduto da Sua Ecc. Mons. Luigi Renna, con la partecipazione delle autorità civili e militari. Durante la celebrazione, i canonici mons. Franco Dimunno e don Antonio Maurantonio celebreranno il 50° di sacerdozio.

A corona dei momenti di preghiera, altrettanto articolato il programma degli appuntamenti culturali. Mercoledì, 27 giugno 2018, alle ore 20,30, in cattedrale, la parrocchia di San Pietro Apostolo presenterà il musical Da Francesco a… Francesco, mentre il giorno successivo, giovedì, 28 giugno 2018, con inizio alle ore 20,30, concerto musicale per Coro ed Orchestra Dixit Dominus e Gloria di Antonio Vivaldi, con il coro giovanile “Juvenes Cantores”, esemble vocale “Modus Novus”, orchestra La Stravaganza (direttore: Luigi Leo; soprani: Lucia Giordano e Anna Cimmarrusti, contralto: Fabio Mola).

Giornata mondiale del rifugiato 2018 – Veglia ecumenica di preghiera

In occasione della Giornata mondiale del rifugiato 2018 la Fondazione Migrantes della Diocesi di Cerignola – Ascoli Satriano, organizza una veglia di preghiera per il giorno 20 giugno 2018 alle ore 17 presso il casolare di Gioia numero 18 (vicino alla casa di Biagio) a Tre Titoli.

Dal 1988 sono morte lungo le frontiere dell’Europa oltre 36.000 persone. Nel 2017 sono stati 3.139 i migranti morti nel Mediterraneo mentre tentavano di raggiungere l’Europa via mare, con una media di quasi 10 morti al giorno. E il 2018 purtroppo si mostra altrettanto agghiacciante: da gennaio ad oggi risultano morte 802 persone.

Il dato è aggiornato al 19 giugno 2018 e si basa sulle notizie censite negli archivi della stampa internazionale degli ultimi 27 anni. Ma i numeri reali potrebbero essere molto più grandi. Nessuno sa quanti siano i naufragi di cui non abbiamo mai avuto notizia.

Lo sanno soltanto le famiglie dei dispersi, che dal Marocco allo Sri Lanka, si chiedono da anni che fine abbiano fatto i loro figli partiti per l’Europa e mai più tornati. Ai naufragi nel Mediterraneo si vanno ad aggiungere i viaggi che finiscono tragicamente nel Sahara, i rimpatri forzati a cui corrisponde spesso la morte in carceri disumane, e non ultimi, episodi di violenza contro i migranti che si verificano nei paesi di transito e alle frontiere.

La veglia di preghiera è promossa per non dimenticare la speranza di tante persone e la sofferenza di chi cerca protezione in Europa; per non rassegnarsi o assuefarsi alle tragedie ma impegnarsi per un mondo più umano e giusto. Desideriamo inoltre chiedere ai governi, ai legislatori e alla comunità europea di porre in essere ogni sforzo per proteggere i profughi e salvaguardare la vita e la dignità dei migranti. Aprire vie legali per chi ha diritto di chiedere asilo, attivare programmi adeguati di reinsediamento per i rifugiati e stabilire quote d’ingresso per i lavoratori stranieri sono misure non derogabili per governare il complesso fenomeno delle migrazioni e rendere le nostre società più inclusive e per questo sicure.

 

150 anni di Azione Cattolica

«Carissimi uomini e donne, ragazzi e giovani di Azione Cattolica, auguri per una “giovinezza” che dura da 150 anni nella nostra Italia e che qui, nella Diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano, ha avuto il suo inizio quando nel 1897 il vescovo Domenico Cocchia gioì perché ad Ascoli Satriano erano stati costituiti il Comitato Diocesano e la Sezione Giovanile dell’Azione Cattolica». Comincia così il messaggio di Sua Ecc. Mons. Luigi Renna, diffuso in occasione del 150° anniversario di fondazione della Azione Cattolica Italiana, rinvenibile sul sito www.cerignola.chiesacattolica.it.

«Popolarità, […] ministerialità laicale, […] attenzione alla formazione» sono i tre principi attraverso i quali il Vescovo della Diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano invita, lasciandosi guidare dalla storia – «Il passato degli uomini e delle donne di Azione Cattolica» – presbiteri e laici a superare «gli ostacoli della rassegnazione e dello scetticismo» per «incarnare – esorta il Vescovo – la verità e la carità, ciò che ci permette di cogliere i segni dei tempi nei quali si manifesta il Regno di Dio».

Sulla scia di tale indirizzo, ai responsabili diocesani dell’Azione Cattolica non è mancata la consapevolezza che la celebrazione di una ricorrenza rappresenta sempre un importante momento di riflessione sul proprio passato, in riferimento al proprio presente, in una tensione verso il futuro. Né è venuta meno la considerazione secondo la quale celebrare il proprio passato significa, per un’associazione come l’Azione Cattolica Italiana, ritornare alle proprie radici per interpretare quel rapporto che ha unito “storia” e “azione”, in una rilettura dei momenti e delle figure che hanno interagito con la Chiesa locale, allo scopo di ritrovare in quella stessa storia nuovo slancio e nuovo entusiasmo.

Per tale ragione, venerdì, 29 giugno 2018, a partire dalle ore 20,30, in piazza Matteotti, con il patrocinio del Comune di Cerignola, la manifestazione intitolata Storia di uomini e donne in terra di azione – 150 anni di Azione Cattolica commemorerà alcune delle figure e dei momenti più significativi che, dalla fine dell’Ottocento ai giorni nostri, hanno segnato e contraddistinto il rapporto tra Chiesa e società in diocesi, per continuare a camminare, come ricorda il vescovo Renna da «pellegrini del tempo e di ogni spazio dove c’è da testimoniare il Signore».

Mons. Luigi Renna nominato segretario della Conferenza Episcopale Pugliese

L’arcivescovo di Otranto, mons. Donato Negro, è il nuovo presidente della Conferenza episcopale pugliese (Cep). Succede all’arcivescovo di Bari-Bitonto, mons. Francesco Cacucci. La nomina di mons. Negro è arrivata ieri (11 giugno 2018 – nda), nel corso della sessione estiva dell’assemblea dei vescovi della Puglia. Contestualmente sono stati nominati anche il vicepresidente, mons. Michele Seccia (arcivescovo di Lecce), e il segretario, mons. Luigi Renna (vescovo di Cerignola- Ascoli Satriano e amministratore apostolico di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo).

(dal sito del SIR – Servizio Informazione Religiosa)

 

 

Don Vincenzo Patano è tornato alla Casa del Padre

“Il sacerdote è l’amore del cuore di Cristo”.   (San Giovanni M. Vianney).
Il Vescovo di Cerignola  -Ascoli Satriano, S. Ecc.za Mons. Luigi Renna,i confratelli presbiteri e i diaconi partecipano al dolore della famiglia per la morte di  DON VINCENZO PATANO.
Ne ricordano il lungo ministero di Parroco a Carapelle ,la serenità nel momento della sofferenza, la fede che lo ha sempre sostenuto.
Il Pastore Buono che lo ha reso partecipe della sua missione lo ricompensi per le sue fatiche apostoliche e per il dono della vita nel sacerdozio.
I funerali si svolgeranno sabato, 9 giugno alle ore 16.00 nella Concattedrale di Ascoli Satriano

Bando Inecoop: proroga scadenza domande ore 13,00 del 01 agosto 2018

Nell’ambito del Progetto Policoro della Conferenza Episcopale Italiana, Inecoop, in collaborazione con la Diocesi di Cerignola – Ascoli Satriano, ha istituito delle borse di studio per l’anno 2019, ciascuna del valore di € 3.120,00, per la formazione di Animatori di Comunità, individuati dalle Diocesi che aderiscono al Progetto. Il Progetto Policoro è un progetto organico della Chiesa italiana che tenta di dare una risposta concreta al problema della disoccupazione in Italia. Policoro, città in provincia di Matera, è il luogo dove si svolse il primo incontro il 14 dicembre del 1995. Attraverso il Progetto, si vuole affrontare il problema della disoccupazione giovanile, attivando iniziative di formazione a una nuova cultura del lavoro, promuovendo e sostenendo l’imprenditorialità giovanile in un’ottica di sussidiarietà, solidarietà e legalità. “Il Progetto Policoro – afferma il tutor del Progetto don Pasquale Cotugno – rappresenta un’occasione concreta per creare una nuova cultura del lavoro, un lavoro libero, partecipativo e solidale, come ci dice Papa Francesco, nonché l’opportunità di educare i giovani all’auto-imprenditorialità. Con il Progetto vogliamo lanciare un messaggio di speranza ai giovani che vivono, nel nostro territorio, il problema della disoccupazione”. Le domande possono essere presentate esclusivamente tramite e-mail all’indirizzo
diocesi.cerignola@progettopolicoro.it. Il termine per la presentazione della domanda è prorogato alle ore 13,00 del 1 agosto 2018. Il candidato riceverà un messaggio di posta elettronica, a conferma dell’avvenuta acquisizione della domanda.

Convegno Diocesano delle Caritas Parrocchiali

Sabato, 9 Giugno 2018, alle ore 17.00, presso il Salone “Giovanni Paolo II” in Cerignola si terrà il Convegno Diocesano delle Caritas Parrocchiali. L’incontro sarà introdotto dal diacono Giovanni Laino (Direttore Caritas Diocesana), seguirà la relazione di don Andrea La Regina (Responsabile Microcredito della Caritas Italiana) e le conclusioni sono affidate al Vescovo Luigi Renna.