Author: pierluigimastroserio

Il cantiere dei partiti e dei movimenti – Nuovo appuntamento con la Scuola di Formazione Socio Politica “Giorgio La Pira”

Si terrà sabato, 14 dicembre 2019, con inizio alle ore 16, nel Salone “Giovanni Paolo II” della Curia Vescovile di Cerignola, il nuovo appuntamento con la Scuola di Formazione Socio-Politica “Giorgio La Pira”. Interverrà il dott. Onofrio Romano dell’Università degli Studi di Bari sul tema Il cantiere dei partiti e dei movimenti: come  e quando. Intitolata al sindaco di Firenze Giorgio La Pira, convinto sostenitore che «l’impegno politico – cioè l’impegno diretto alla costruzione cristianamente ispirata della società in tutti i suoi ordinamenti a cominciare dall’economico – è un impegno di umanità e di  santità», la Scuola si inserisce nel circuito delle scuole promosse dall’Associazione Cercasi un fine, diretta dal rev. prof. Rocco D’Ambrosio, ordinario di Filosofia Politica nella Pontificia Università Gregoriana di Roma, e ha l’obiettivo di formare e illuminare le coscienze, nonché di accompagnare quanti vorranno alla riscoperta dell’impegno sociale e politico nel quadro delle scienze umane, dei valori fondanti della Costituzione della Repubblica Italiana e del Magistero Sociale della Chiesa.
Il calendario degli incontri continuerà nel mese di gennaio con il seguente itinerario: Il cantiere delle parole: comunicazione e politica (dott. Alejandro De Marzo, Media consulting ed Esperto di comunicazione politica: 11 gennaio 2020); Il cantiere dell’etica: il ruolo dei cattolici (Sua Ecc. Mons. Luigi Renna, Vescovo di Cerignola- Ascoli Satriano: 25 gennaio 2020).
Agli iscritti, che avranno seguito l’intero percorso, sarà consegnato un Attestato di Partecipazione. Inoltre, su richiesta, sarà fornita la certificazione utile al riconoscimento
dei crediti formativi, da presentare alle istituzioni universitarie o alle scuole superiori. Per informazioni, inviare una e-mail all’indirizzo di posta elettronica: scuolapolcerignola@cercasiunfine.it

CEP – Giornata straordinaria di colletta in favore delle persone colpite dal terremoto in Albania.

CS – La Conferenza Episcopale Pugliese ha indetto per Domenica 22 dicembre, IV domenica di Avvento, in tutte le Chiese di Puglia, una Giornata straordinaria di colletta in favore delle persone colpite dal terremoto in Albania.

Le offerte raccolte dai fedeli in quel giorno saranno devolute in favore dei terremotati, attraverso la Delegazione Caritas Puglia, che sarà impegnata anche nei prossimi mesi in attività di sostegno alle Caritas albanesi.

Martedì, 26 novembre u.s., un violento terremoto di magnitudo 6.4 ha colpito l’Albania, causando 51 vittime e circa 2.000 feriti. Lo sciame sismico continua ancora, con scosse più o meno forti, alcune anche oltre la magnitudo 5. Dopo i primi giorni in cui si è affrontata l’emergenza si incomincia ora ad evidenziare l’impatto sul territorio dove il terremoto ha danneggiato centinaia di palazzi e migliaia di abitazioni.

Secondo un primo bilancio preliminare il numero delle persone senza casa potrebbe aggirarsi attorno alle 30.000.

Caritas Albania, coadiuvata da Caritas Italiana e da altre organizzazioni ecclesiali, si sta adoperando per aiutare tutti i soggetti impegnati sul territorio. In particolare, grazie alla presenza capillare delle parrocchie e delle varie missioni cattoliche, i direttori e gli operatori delle Caritas diocesane albanesi sono vicini agli sfollati dei villaggi periferici, dove è più difficile intervenire, monitorando la situazione in ogni luogo, azione previa ed indispensabile per ogni progettazione futura e per la gestione dell’emergenza.

Gli operatori locali informano che per il momento è importante, per chi volesse aiutare le persone sfollate, impegnarsi a raccogliere fondi. In un secondo tempo, quando la situazione sarà più chiara, saranno elaborati dei progetti che prevederanno anche altri tipi di interventi.

Caritas Italiana sul proprio sito web fornisce periodicamente degli aggiornamenti della situazione.

La Conferenza Episcopale Italiana ha già stanziato la somma di euro 500.000 in favore dei terremotati ed anche il Santo Padre Francesco ha voluto devolvere allo stesso scopo ulteriori 100.000 euro.

La Conferenza Episcopale Pugliese, considerata la particolare gravità della situazione in Albania e considerando il particolare legame tra le chiese albanesi e quelle di Puglia, tra le quali in questi ultimi 25 anni sono intercorsi molteplici rapporti di solidarietà e collaborazione pastorale che hanno coinvolto centinaia di volontari provenienti da varie diocesi pugliesi, ha indetto per Domenica 22 dicembre, IV domenica di Avvento, in tutte le Chiese di Puglia, una Giornata straordinaria di colletta in favore delle persone colpite dal terremoto in Albania.

Le offerte raccolte dai fedeli in quel giorno saranno devolute in favore dei terremotati, attraverso la Delegazione Caritas Puglia, che sarà impegnata anche nei prossimi mesi in attività di sostegno alle Caritas albanesi.

A questa iniziativa corale di raccolta fondi si aggiungono anche le altre iniziative promosse dalle varie Caritas Diocesane di Puglia, alcune delle quali hanno dedicato a questo scopo anche la tradizionale raccolta dell’Avvento di Fraternità.

Per il momento non è prevista la raccolta di generi alimentari o indumenti.

Tutti coloro che vorranno contribuire alla raccolta potranno farlo direttamente in parrocchia oppure attraverso un bonifico bancario (causale Albania/Terremoto novembre 2019) sul conto intestato a Caritas Italiana, IBAN IT24 C050 1803 2000 0001 3331 111

 

              Commissione regionale

Cultura e Comunicazioni